VARIOUS :  GOLDEN AFRIQUE VOL. 3  (NETWORK)

cd & book - Dopo il grande successo dei primi due volumi che hanno rinverdito i fasti delle prime emissioni della fortunata serie come Desert Blues, Road of the Gypsies e Sufi Soul, Golden Afrique vol. 3 questa volta presenta una selezione principalmente dedicata alle musiche nate nelle townships delle cittā sorte intorno alle enormi miniere di rame dello Zambia e di quelle d'oro e diamanti di Rhodesia (ai nostri giorni diventato Zimbabwe) e Sud Africa. In questi tre paesi i governi coloniali praticavano l'apartheid, tollerando shebeen (locali illegali dove bere, spesso all'interno di abitazioni), night club e birrerie, vere e proprie valvole di sfogo della frustrazione dei minatori. Al contrario di quanto accadeva in altri paesi africani dove le tradizioni musicali occhieggiavano agli stili preferiti dalle potenze coloniali che detenevano il potere (foxtrot, rumba, beguine, valse e tango), gli abitanti di Rhodesia e Sud Africa preferirono cercare altrove ispirazione: le registrazioni vintage di questa nuova imperdibile monografia dedicata ai tempi d'oro della musica africana, mostrano infatti l'influenza di jazz afro-americano, gospel, funk e soul. Golden Afrique vol. 3 ci rivela un mondo prezioso che mostra l'enorme potenziale di un continente ancora troppo musicalmente sottovalutato: si spazia tra il classico della musica vocale zulu Mbube, versione originale della famosa The Lion Sleeps Tonight ed esempio per eccellenza dell'utilizzo pirata senza alcun pagamento del repertorio tradizionale sudafricano; una splendida vecchia hit dei Ladysmith Black Mambazo; il ritmico jive delle townships interpretato da alcuni dei principali artisti della storia musicale del continente nero come Mirim Makeba (in una rara registrazione del primo periodo insieme ai Soul Brothers), le Mahotella Queens, Sipho Mabuse, West Nkosi; le sonoritā di musicisti in esilio come Hugh Masekela e Johnny Dyani. Con le sue 2 ore e 20 minuti di musica, la ricchissima documentazione fotografica, le esaustive informazioni e le introvabili gemme racchiuse nei due cd (molte delle quali per la prima volta in formato digitale), Golden Afrique vol. 3 č il cibo migliore per nutrire l'insaziabile appassionato di musica africana.
VARIOUS
GOLDEN AFRIQUE VOL. 3
NETWORK - 2xCD: NET 495115
cd & book - Dopo il grande successo dei primi due volumi che hanno rinverdito i fasti delle prime emissioni della fortunata serie come "Desert Blues", "Road of the Gypsies" e "Sufi Soul", "Golden Afrique vol. 3" questa volta presenta una selezione principalmente dedicata alle musiche nate nelle townships delle cittā sorte intorno alle enormi miniere di rame dello Zambia e di quelle d'oro e diamanti di Rhodesia (ai nostri giorni diventato Zimbabwe) e Sud Africa. In questi tre paesi i governi coloniali praticavano l'apartheid, tollerando shebeen (locali illegali dove bere, spesso all'interno di abitazioni), night club e birrerie, vere e proprie valvole di sfogo della frustrazione dei minatori. Al contrario di quanto accadeva in altri paesi africani dove le tradizioni musicali occhieggiavano agli stili preferiti dalle potenze coloniali che detenevano il potere (foxtrot, rumba, beguine, valse e tango), gli abitanti di Rhodesia e Sud Africa preferirono cercare altrove ispirazione: le registrazioni vintage di questa nuova imperdibile monografia dedicata ai tempi d'oro della musica africana, mostrano infatti l'influenza di jazz afro-americano, gospel, funk e soul. "Golden Afrique vol. 3" ci rivela un mondo prezioso che mostra l'enorme potenziale di un continente ancora troppo musicalmente sottovalutato: si spazia tra il classico della musica vocale zulu "Mbube", versione originale della famosa "The Lion Sleeps Tonight" ed esempio per eccellenza dell'utilizzo pirata senza alcun pagamento del repertorio tradizionale sudafricano; una splendida vecchia hit dei Ladysmith Black Mambazo; il ritmico jive delle townships interpretato da alcuni dei principali artisti della storia musicale del continente nero come Mirim Makeba (in una rara registrazione del primo periodo insieme ai Soul Brothers), le Mahotella Queens, Sipho Mabuse, West Nkosi; le sonoritā di musicisti in esilio come Hugh Masekela e Johnny Dyani. Con le sue 2 ore e 20 minuti di musica, la ricchissima documentazione fotografica, le esaustive informazioni e le introvabili gemme racchiuse nei due cd (molte delle quali per la prima volta in formato digitale), "Golden Afrique vol. 3" č il cibo migliore per nutrire l'insaziabile appassionato di musica africana.
anche disponibiliemissione del 15 Ottobre 2006