BANDA DI AVOLA :  'A BANNA!  (FELMAY)

Il favorevole riscontro di pubblico e di critica che ha accompagnato l'ardito progetto di recupero e riproposizione in chiave contemporanea delle sonorità bandistiche siciliane operato con grande partecipazione e senso critico dalla Banda Ionica, trova una sorta di continuazione e di approfondimento in questo 'A Banna proposto dalla Banda di Avola. Motore dell'intera operazione è anche stavolta Fabio Barovero che ha preso gusto a girare piazze e feste patronali alla ricerca dell'antico bandistico siculo per documentarne le sopravvivenze nella nostra epoca. Ma lungi dall'essere una stanca prosecuzione delle scelte operate con la Banda Ionica questo recente capitolo propone interessanti e rilevanti differenze di repertorio: l'incisione della Banda di Avola è decisamente indirizzata verso una dimensione senz'altro poco intellettuale e l'angolazione ludica e la componente del puro divertimento appaiono evidenti sin dalle prime note. Questo perché Barovero e il maestro Sebastiano Bell'Arte, che della Banda di Avola è il direttore (oltre a essere primo cornista della Banda Ionica), si sono trovati d'accordo nel recupero di brani degli anni '20 del '900, una serie di marce sprizzanti gioia e ironia capaci di suscitare anche ai nostri giorni grande entusiasmo sia negli esecutori che nel pubblico.
BANDA DI AVOLA
'A BANNA!
FELMAY - CD: FY 8065
Il favorevole riscontro di pubblico e di critica che ha accompagnato l'ardito progetto di recupero e riproposizione in chiave contemporanea delle sonorità bandistiche siciliane operato con grande partecipazione e senso critico dalla Banda Ionica, trova una sorta di continuazione e di approfondimento in questo "'A Banna" proposto dalla Banda di Avola. Motore dell'intera operazione è anche stavolta Fabio Barovero che ha preso gusto a girare piazze e feste patronali alla ricerca dell'antico bandistico siculo per documentarne le sopravvivenze nella nostra epoca. Ma lungi dall'essere una stanca prosecuzione delle scelte operate con la Banda Ionica questo recente capitolo propone interessanti e rilevanti differenze di repertorio: l'incisione della Banda di Avola è decisamente indirizzata verso una dimensione senz'altro poco intellettuale e l'angolazione ludica e la componente del puro divertimento appaiono evidenti sin dalle prime note. Questo perché Barovero e il maestro Sebastiano Bell'Arte, che della Banda di Avola è il direttore (oltre a essere primo cornista della Banda Ionica), si sono trovati d'accordo nel recupero di brani degli anni '20 del '900, una serie di marce sprizzanti gioia e ironia capaci di suscitare anche ai nostri giorni grande entusiasmo sia negli esecutori che nel pubblico.
anche disponibiliemissione del 01 Luglio 2005