MATCHONOV OCHILBEK :  MUSIC FROM CENTRAL ASIA - UZBEKISTAN ON THE SILK ROAD  (ARC)

mid-price - Music from Central Asia - Uzbekistan on the Silk Road documenta la ricca tradizione musicale dell'Uzbekistan, il paese nel cuore della via della seta, la strada che mette in comunicazione sin dall'antichitÓ il Mediterraneo con la Cina, attraverso il Bosforo. Nato cieco nel 1979 a Khiva, nella Repubblica Uzbeka, Ochilbek Matchonov si appassiona alla musica sin da bambino e, grazie agli studi in una scuola speciale, riesce a specializzarsi prima nel bakchilik, il particolare canto tradizionale uzbeko che narra antiche leggende, e poi nel makam khonandchilik, il tradizionale canto improvvisativo sufi. In seguito Matchonov diviene insegnante nella stessa scuola dove aveva studiato ed infine al conservatorio dove attualmente ha la cattedra di canto tradizionale. In Music from Central Asia - Uzbekistan on the Silk Road il vocalista si esibisce con l'accompagnamento di cinque musicisti che suonano strumenti come le percussioni doira, i liuti dal lungo collo tor e dutor, il violino gijak che ricorda il kamanche persiano ed il clarinetto doppio kushnay, particolarmente diffuso in Uzbekistan. L'ascolto delle esotiche musiche orientali di Ochilbek Matchonov pu˛ essere accompagnato dalla lettura del ricco libretto che propone note biografiche ed informazioni sugli strumenti utilizzati e sulla storia della musica uzbeka.
MATCHONOV OCHILBEK
MUSIC FROM CENTRAL ASIA - UZBEKISTAN ON THE SILK ROAD
ARC - CD: EUCD 2728
mid-price - "Music from Central Asia - Uzbekistan on the Silk Road" documenta la ricca tradizione musicale dell'Uzbekistan, il paese nel cuore della via della seta, la strada che mette in comunicazione sin dall'antichitÓ il Mediterraneo con la Cina, attraverso il Bosforo. Nato cieco nel 1979 a Khiva, nella Repubblica Uzbeka, Ochilbek Matchonov si appassiona alla musica sin da bambino e, grazie agli studi in una scuola speciale, riesce a specializzarsi prima nel bakchilik, il particolare canto tradizionale uzbeko che narra antiche leggende, e poi nel makam khonandchilik, il tradizionale canto improvvisativo sufi. In seguito Matchonov diviene insegnante nella stessa scuola dove aveva studiato ed infine al conservatorio dove attualmente ha la cattedra di canto tradizionale. In "Music from Central Asia - Uzbekistan on the Silk Road" il vocalista si esibisce con l'accompagnamento di cinque musicisti che suonano strumenti come le percussioni doira, i liuti dal lungo collo tor e dutor, il violino gijak che ricorda il kamanche persiano ed il clarinetto doppio kushnay, particolarmente diffuso in Uzbekistan. L'ascolto delle esotiche musiche orientali di Ochilbek Matchonov pu˛ essere accompagnato dalla lettura del ricco libretto che propone note biografiche ed informazioni sugli strumenti utilizzati e sulla storia della musica uzbeka.
anche disponibiliemissione del 12 Giugno 2017