BROMBERG BRIAN :  FULL CIRCLE  (ARTISTRY)

Il bassista di fama mondiale Brian Bromberg non pubblicava un album dal 2012, il che non stupirebbe se non fosse arrivato a pubblicarne tre in un anno. Ogni uomo merita una pausa. Tuttavia, quando ci si rende conto che questo artista eclettico con più di 20 album alle spalle, ha recentemente pensato di abbandonare la musica, si coglie ancor di più l’importanza di questo progetto jazz acustico, “Full Circle”, il quale, come dichiarato da Bromberg stesso, potrebbe diventare il più importante della sua vita. Come i suoi lavori precedenti, “Full Circle” vede Bromberg accompagnato da un cast stellare con il trombettista Arturo Sandoval, i sassofonisti Bob Sheppard, Kirk Whalum e Doug Webb, i pianisti Randy Waldman, Mitch Forman e Otmaro Ruiz ed il percussionista Alex Acuna. Ciò che rende questo progetto più penetrante di qualsiasi altro precedente lavoro di Bromberg sono una serie di eventi che hanno sconvolto la sua vitai. Un terribile incidente capitato a Bromberg un paio di anni fa gli causò la rottura della schiena in due punti e gravi traumi. L’infortunio ha richiesto molta riabilitazione per permettergli nuovamente di stare in piedi e camminare, per non parlare di impugnare un contrabbasso correttamente o reggere un basso elettrico sulle spalle. Grazie alla sua forza d’animo, al lavoro estenuante, e all'amore ed al sostegno della sua compagna, Bromberg ha fatto un incredibile recupero. Una volta completamente riabilitato, uno spirito lo ha portato a fare un album che lo riportasse alle sue radici nel jazz acustico. Questo spirito è quello di suo padre, Howard Bromberg, eccellente batterista, una volta molto richiesto nella zona di Tucson, in Arizona (dove nacque Bromberg) che ha ispirato entrambi i suoi figli ad avvicinarsi al jazz. “Full Circle” si apre e si chiude con i brani Jazz Me Blues e Washington and Lee Swing originariamente registrati da Bromberg senior con un band di amici. Mosso da desiderio di suonare col suo defunto padre, cosa che non ha mai avuto modo di fare quando egli era in vita, Bromberg ha restaurato la registrazione e vi ha poi sovrainciso il basso, diventando così parte del vecchio quintetto di suo padre.
BROMBERG BRIAN
FULL CIRCLE
ARTISTRY - CD: ART 7047
Il bassista di fama mondiale Brian Bromberg non pubblicava un album dal 2012, il che non stupirebbe se non fosse arrivato a pubblicarne tre in un anno. Ogni uomo merita una pausa. Tuttavia, quando ci si rende conto che questo artista eclettico con più di 20 album alle spalle, ha recentemente pensato di abbandonare la musica, si coglie ancor di più l’importanza di questo progetto jazz acustico, “Full Circle”, il quale, come dichiarato da Bromberg stesso, potrebbe diventare il più importante della sua vita. Come i suoi lavori precedenti, “Full Circle” vede Bromberg accompagnato da un cast stellare con il trombettista Arturo Sandoval, i sassofonisti Bob Sheppard, Kirk Whalum e Doug Webb, i pianisti Randy Waldman, Mitch Forman e Otmaro Ruiz ed il percussionista Alex Acuna. Ciò che rende questo progetto più penetrante di qualsiasi altro precedente lavoro di Bromberg sono una serie di eventi che hanno sconvolto la sua vitai. Un terribile incidente capitato a Bromberg un paio di anni fa gli causò la rottura della schiena in due punti e gravi traumi. L’infortunio ha richiesto molta riabilitazione per permettergli nuovamente di stare in piedi e camminare, per non parlare di impugnare un contrabbasso correttamente o reggere un basso elettrico sulle spalle. Grazie alla sua forza d’animo, al lavoro estenuante, e all'amore ed al sostegno della sua compagna, Bromberg ha fatto un incredibile recupero. Una volta completamente riabilitato, uno spirito lo ha portato a fare un album che lo riportasse alle sue radici nel jazz acustico. Questo spirito è quello di suo padre, Howard Bromberg, eccellente batterista, una volta molto richiesto nella zona di Tucson, in Arizona (dove nacque Bromberg) che ha ispirato entrambi i suoi figli ad avvicinarsi al jazz. “Full Circle” si apre e si chiude con i brani "Jazz Me Blues" e "Washington and Lee Swing" originariamente registrati da Bromberg senior con un band di amici. Mosso da desiderio di suonare col suo defunto padre, cosa che non ha mai avuto modo di fare quando egli era in vita, Bromberg ha restaurato la registrazione e vi ha poi sovrainciso il basso, diventando così parte del vecchio quintetto di suo padre.
anche disponibiliemissione del 11 Aprile 2016