MOTTA ED :  PERPETUAL GATEWAYS  (MEMBRAN)

Prodotto da Kamau Kenyatta (già produttore di Gregory Porter), “Perpetual Gateway” segna il dodicesimo album in studio del cantante, compositore e strumentista brasiliano Ed Motta. Affiancato da un cast stellare di musicisti della West Coast, Motta presenta dieci canzoni originali che rispecchiano il suo poliedrico talento. Se infatti nel suo precedente lavoro intitolato “AOR” Motta aveva esplorato le molteplici sfumature dell’Adult Oriented Rock, in “Perpetual Gateway” si concentra su un territorio al confine tra spiritual jazz, prog-rock, fusion e soul. Accompagnano Motta diversi musicisti di spessore: Patrice Rushen, tastierista jazz noto per le produzioni di successo a proprio nome (una delle quali è stata campionata per il tema del film “Men in Black”); Greg Phillinganes, tastierista scoperto da Stevie Wonder nel 1976 che ha lavorato con star del calibro di Michael Jackson, Eric Clapton o Herbie Hancock ed è stato membro di Toto; Hubert Laws, straordinaio flautista leggendario che ha pubblicato album di successo per le etichette Atlantic e CTI; Marvin ‘Smitty’ Smith, batterista che ha suoanto con leggende come Sonny Rollins, Hank Jones o anche Sting prima di unirsi alla Tonight Show band nel 1995; i bassisti Tony Dumas (Nat Adderley, Freddie Hubbard, Chick Corea) e Cecil McBee, Jr. (Chico Hamilton, Angela Bofill, Carlos Garnett, Hubert Laws); una sezione fiati composta dal sassofonista Rickey Woodard, che ha registrato diversi album a suo nome dopo aver lasciato la band di Ray Charles, e giovane il trombettista Curtis Taylor che già vanta collaborazioni con Cyrus Chestnut, James Carter e Gregory Porter.
MOTTA ED
PERPETUAL GATEWAYS
MEMBRAN - CD: MEMBRAN 234111
Prodotto da Kamau Kenyatta (già produttore di Gregory Porter), “Perpetual Gateway” segna il dodicesimo album in studio del cantante, compositore e strumentista brasiliano Ed Motta. Affiancato da un cast stellare di musicisti della West Coast, Motta presenta dieci canzoni originali che rispecchiano il suo poliedrico talento. Se infatti nel suo precedente lavoro intitolato “AOR” Motta aveva esplorato le molteplici sfumature dell’Adult Oriented Rock, in “Perpetual Gateway” si concentra su un territorio al confine tra spiritual jazz, prog-rock, fusion e soul. Accompagnano Motta diversi musicisti di spessore: Patrice Rushen, tastierista jazz noto per le produzioni di successo a proprio nome (una delle quali è stata campionata per il tema del film “Men in Black”); Greg Phillinganes, tastierista scoperto da Stevie Wonder nel 1976 che ha lavorato con star del calibro di Michael Jackson, Eric Clapton o Herbie Hancock ed è stato membro di Toto; Hubert Laws, straordinaio flautista leggendario che ha pubblicato album di successo per le etichette Atlantic e CTI; Marvin ‘Smitty’ Smith, batterista che ha suoanto con leggende come Sonny Rollins, Hank Jones o anche Sting prima di unirsi alla Tonight Show band nel 1995; i bassisti Tony Dumas (Nat Adderley, Freddie Hubbard, Chick Corea) e Cecil McBee, Jr. (Chico Hamilton, Angela Bofill, Carlos Garnett, Hubert Laws); una sezione fiati composta dal sassofonista Rickey Woodard, che ha registrato diversi album a suo nome dopo aver lasciato la band di Ray Charles, e giovane il trombettista Curtis Taylor che già vanta collaborazioni con Cyrus Chestnut, James Carter e Gregory Porter.
anche disponibiliemissione del 07 Marzo 2016