CREPAX GUIDO / BAIARDI DIEGO :  BONNE NUIT (cd+book)  (INCIPIT)

Il progetto Bonne Nuit nasce dall'antico amore di Diego Baiardi, pianista, arrangiatore e compositore, per tutte le musiche e le canzoni della tradizione popolare fatte per addormentare i bambini. Da anni il pianista si dedica alla ricerca e all'adattamento di preziosi esempi di questa forma di espressione musicale tratti dall'immenso repertorio di ninne nanne di tutto il mondo. Seguendo sia un ordine temporale che un percorso geografico, il progetto si propone di dare una rappresentazione variegata delle diverse ninne nanne, riscoprendo così il piacere di ascoltare, con un gusto nuovo, melodie - alcune più famose, altre meno note - lontane nel tempo o nello spazio. Le chiavi di personalizzazione e interpretazione scelte sono quelle di una rivisitazione e adattamento in chiave jazzistico/acustico, permettendo a voci con diversi timbri - alcune più calde e corpose, altre più nitide e angeliche - di caratterizzare e impreziosire i singoli brani. Il team musicale si compone di due nuclei, uno di stampo prettamente jazzistico e l'altro di derivazione etno-acustica, entrambi ben rappresentati da nomi di spicco del panorama nazionale: dagli strumentisti Paolo Fresu, Antonello,Salis Tullio de Piscopo. Stefano Bagnoli, Andrea Dulbecco alle voci di Petra Magoni, Patrizia Laquidara, Cristina Zavalloni. Lo spirito jazzistico e intimista che permea questo lavoro, così come pure l'interesse per la dimensione onirica della nostra esistenza, ha suggerito poi il coinvolgimento di un'altra forma di espressione creativa - quella delle immagini - che, in sintonia con la musica, accompagnasse l'ascoltatore/lettore in questo viaggio. Si è trattato di una scelta istintiva e quasi obbligata. Infatti, chi meglio della visionaria produzione artistica di Guido Crepax con la sua Valentina (ispirata, tra l'altro, anche dal jazz cui questo grande artista è fortemente legato) avrebbe potuto ben rappresentare e illuminare questo viaggio con emozioni intense e raffinate. Anche i più remoti angoli delle fiabe e dei sogni non hanno certo segreti per questo Autore che, seppure quasi inconsapevolmente, ha fortemente saccheggiato questi mondi soprattutto nel primo decennio (dal '65 al '75, da molti ritenuto il suo periodo più prolifico e creativo) della sua quarantennale carriera. Sullo sfondo di un'ipotetica equivalenza dove il sogno starebbe al sonno come il jazz alla musica, si salda così, armonicamente, l'unione tra musica e immagini. E i meravigliosi viaggi, a occhi sia aperti che chiusi, di Valentina (adulta e bambina) offrono una rappresentazione intima e rarefatta del delicato momento in cui dalla realtà si transita, senza scosse o interruzioni narrative, al sogno fonte di nuove storie.
CREPAX GUIDO / BAIARDI DIEGO
BONNE NUIT (cd+book)
INCIPIT - CD: INCB 1
Il progetto "Bonne Nuit" nasce dall'antico amore di Diego Baiardi, pianista, arrangiatore e compositore, per tutte le musiche e le canzoni della tradizione popolare fatte per addormentare i bambini. Da anni il pianista si dedica alla ricerca e all'adattamento di preziosi esempi di questa forma di espressione musicale tratti dall'immenso repertorio di ninne nanne di tutto il mondo. Seguendo sia un ordine temporale che un percorso geografico, il progetto si propone di dare una rappresentazione variegata delle diverse ninne nanne, riscoprendo così il piacere di ascoltare, con un gusto nuovo, melodie - alcune più famose, altre meno note - lontane nel tempo o nello spazio. Le chiavi di personalizzazione e interpretazione scelte sono quelle di una rivisitazione e adattamento in chiave jazzistico/acustico, permettendo a voci con diversi timbri - alcune più calde e corpose, altre più nitide e angeliche - di caratterizzare e impreziosire i singoli brani. Il team musicale si compone di due nuclei, uno di stampo prettamente jazzistico e l'altro di derivazione etno-acustica, entrambi ben rappresentati da nomi di spicco del panorama nazionale: dagli strumentisti Paolo Fresu, Antonello,Salis Tullio de Piscopo. Stefano Bagnoli, Andrea Dulbecco alle voci di Petra Magoni, Patrizia Laquidara, Cristina Zavalloni. Lo spirito jazzistico e intimista che permea questo lavoro, così come pure l'interesse per la dimensione onirica della nostra esistenza, ha suggerito poi il coinvolgimento di un'altra forma di espressione creativa - quella delle immagini - che, in sintonia con la musica, accompagnasse l'ascoltatore/lettore in questo viaggio. Si è trattato di una scelta istintiva e quasi obbligata. Infatti, chi meglio della visionaria produzione artistica di Guido Crepax con la sua Valentina (ispirata, tra l'altro, anche dal jazz cui questo grande artista è fortemente legato) avrebbe potuto ben rappresentare e illuminare questo viaggio con emozioni intense e raffinate. Anche i più remoti angoli delle fiabe e dei sogni non hanno certo segreti per questo Autore che, seppure quasi inconsapevolmente, ha fortemente saccheggiato questi mondi soprattutto nel primo decennio (dal '65 al '75, da molti ritenuto il suo periodo più prolifico e creativo) della sua quarantennale carriera. Sullo sfondo di un'ipotetica equivalenza dove il sogno starebbe al sonno come il jazz alla musica, si salda così, armonicamente, l'unione tra musica e immagini. E i meravigliosi viaggi, a occhi sia aperti che chiusi, di Valentina (adulta e bambina) offrono una rappresentazione intima e rarefatta del delicato momento in cui dalla realtà si transita, senza scosse o interruzioni narrative, al sogno fonte di nuove storie.
anche disponibiliemissione del 01 Ottobre 2012