ASKAROV GOCHAG :  MUGHAM  (FELMAY)

I mughamat (plurale di mugham) sono l'ereditÓ classica della culturale musicale dell'Azerbaijan, dichiarata dall'Unesco nel 2003 patrimonio dell'ereditÓ culturale immateriale e orale del mondo. Ha conservato il linguaggio musicale arcaico fino ad oggi, distinguendosi per la sofisticatezza della carica emotiva. In alcuni antichi testi Ŕ indicata come l'arte degli stati emotivi. L'idea artistica Ŕ, infatti, di esprimere i pi¨ sottili stati emotivi dell'uomo, nella loro grande diversitÓ. L'arte del mughamat Ŕ inseparabile dalla poesia classica azera dall'Aruz, un antico sistema quantitativo di versificazione. I mugham possono essere eseguiti come un ciclo vocale-strumentale o come singoli brani strumentali suonati su uno qualsiasi dei diversi strumenti tradizionali. La tradizione di suonare mugham come brani esclusivamente strumentali Ŕ entrata nella pratica musicale solo all'inizio del XX secolo. L'esecuzione dei mugham richiede una formidabile memoria e un ottimo orecchio per tenere a mente l'intero repertorio e una grande capacitÓ improvvisativa che pu˛ essere definita come compositiva. Molti degli esecutori sono infatti riconosciuti come autori di brani tradizionali come Tasnif, Reng e Deramed. I mugham non sono oggi soggetti a nuove creazioni, sono fissati nel tempo, ma non di meno all'esecutore Ŕ data la libertÓ di improvvisare all'interno di schemi definiti da un certo modo e di un dato vocabolario musicale. In base alla sue conoscenze, alla memoria musicale e ai limiti temporali fissati l'esecutore pu˛ ridurre o espandere le composizioni, dare caratteristiche emotive diverse alla musica, adattare le linee melodiche alle proprie esigenze mantenendo inalterate la struttura modale e le formule melodiche stabilite. Gochag Askarov, nato nel 1978, cantante e solista del gruppo Turan Ŕ conosciuto per la bellezza della sua voce datata di un carica emotiva e di una potenza uniche. La stampa occidentale a tratti lo ha paragonato al grandissimo Nusrat Fateh Ali khan, figura leggendaria nella vocalitÓ sia in oriente che in occidente. Gochag Askarov si Ŕ esibito in concerti negli Stati Uniti (2007), Gran Bretagna (2007, 2009), in edizioni del Womad in Gran Bretagna (2009), in Australia e Nuova Zelanda (2010); la BBC gli ha dedicato una serie di speciali del programma World Routes (2007, 2008, 2009), e lo stesso ha fatto la radio nazionale australiana (2010). Dal suo viaggio negli USA del 2007 il giornalista Thomas Goltz ha ricavato il documentario Mugham in Montana visibile anche su youtube.
ASKAROV GOCHAG
MUGHAM
FELMAY - CD: FY 8183
I mughamat (plurale di mugham) sono l'ereditÓ classica della culturale musicale dell'Azerbaijan, dichiarata dall'Unesco nel 2003 patrimonio dell'ereditÓ culturale immateriale e orale del mondo. Ha conservato il linguaggio musicale arcaico fino ad oggi, distinguendosi per la sofisticatezza della carica emotiva. In alcuni antichi testi Ŕ indicata come l'arte degli stati emotivi. L'idea artistica Ŕ, infatti, di esprimere i pi¨ sottili stati emotivi dell'uomo, nella loro grande diversitÓ. L'arte del mughamat Ŕ inseparabile dalla poesia classica azera dall'Aruz, un antico sistema quantitativo di versificazione. I mugham possono essere eseguiti come un ciclo vocale-strumentale o come singoli brani strumentali suonati su uno qualsiasi dei diversi strumenti tradizionali. La tradizione di suonare mugham come brani esclusivamente strumentali Ŕ entrata nella pratica musicale solo all'inizio del XX secolo. L'esecuzione dei mugham richiede una formidabile memoria e un ottimo orecchio per tenere a mente l'intero repertorio e una grande capacitÓ improvvisativa che pu˛ essere definita come compositiva. Molti degli esecutori sono infatti riconosciuti come autori di brani tradizionali come Tasnif, Reng e Deramed. I mugham non sono oggi soggetti a nuove creazioni, sono fissati nel tempo, ma non di meno all'esecutore Ŕ data la libertÓ di improvvisare all'interno di schemi definiti da un certo modo e di un dato vocabolario musicale. In base alla sue conoscenze, alla memoria musicale e ai limiti temporali fissati l'esecutore pu˛ ridurre o espandere le composizioni, dare caratteristiche emotive diverse alla musica, adattare le linee melodiche alle proprie esigenze mantenendo inalterate la struttura modale e le formule melodiche stabilite. Gochag Askarov, nato nel 1978, cantante e solista del gruppo Turan Ŕ conosciuto per la bellezza della sua voce datata di un carica emotiva e di una potenza uniche. La stampa occidentale a tratti lo ha paragonato al grandissimo Nusrat Fateh Ali khan, figura leggendaria nella vocalitÓ sia in oriente che in occidente. Gochag Askarov si Ŕ esibito in concerti negli Stati Uniti (2007), Gran Bretagna (2007, 2009), in edizioni del Womad in Gran Bretagna (2009), in Australia e Nuova Zelanda (2010); la BBC gli ha dedicato una serie di speciali del programma "World Routes" (2007, 2008, 2009), e lo stesso ha fatto la radio nazionale australiana (2010). Dal suo viaggio negli USA del 2007 il giornalista Thomas Goltz ha ricavato il documentario "Mugham in Montana" visibile anche su youtube.
anche disponibiliemissione del 06 Giugno 2011