GRAPPELLI STEPHANE :  IMPROVISATIONS  (ESSENTIAL JAZZ CLASSICS)

L'album del 1956 Improvisations (Barclay) vede l'eccezionale violinista Stephane Grappelli in quartetto, impegnato nella rilettura di grandi standard jazz. Largamente conosciuto per il suo lavoro con il leggendario chitarrista Django Reinhardt e il Quintet of the Hot Club of France negli anni '30 e '40, il violinista Stephane Grappelli (1908-1997) aveva registrato anche varie sessioni senza Django prima della prematura scomparsa di quest'ultimo nel 1953. Avendo gi lavorato in diverse occasioni con il pianista George Shearing tra il 1940 e il 1947, era abituato all'accompagnamento di pianoforte - al posto della chitarra - quando  entrato in studio tra il 1954 e il 1956 per registrare le sessioni qui proposte. Nell'album Improvisations Grappelli  accompagnato dal pianista Maurice Vander, il bassista Pierre Michelot e il batterista Baptiste Reilles. La prima sessione aggiunta come bonus, registrata nel 1954 e originariamente apparsa in Lp col titolo Jazz aux Champs-Elysees No.2, lo vede invece accompagnato da Jack Dieval al pianoforte, Benoit Quersin al basso e Jean-Louis Viale alla batteria. Il resto dei brani aggiunti come bonus sono stati anch'essi registrati nel 1954 e appartengono a un'altra sessione in quartetto.
GRAPPELLI STEPHANE
IMPROVISATIONS
ESSENTIAL JAZZ CLASSICS - CD: EJC 55493
L'album del 1956 "Improvisations" (Barclay) vede l'eccezionale violinista Stephane Grappelli in quartetto, impegnato nella rilettura di grandi standard jazz. Largamente conosciuto per il suo lavoro con il leggendario chitarrista Django Reinhardt e il Quintet of the Hot Club of France negli anni '30 e '40, il violinista Stephane Grappelli (1908-1997) aveva registrato anche varie sessioni senza Django prima della prematura scomparsa di quest'ultimo nel 1953. Avendo gi lavorato in diverse occasioni con il pianista George Shearing tra il 1940 e il 1947, era abituato all'accompagnamento di pianoforte - al posto della chitarra - quando entrato in studio tra il 1954 e il 1956 per registrare le sessioni qui proposte. Nell'album "Improvisations" Grappelli accompagnato dal pianista Maurice Vander, il bassista Pierre Michelot e il batterista Baptiste Reilles. La prima sessione aggiunta come bonus, registrata nel 1954 e originariamente apparsa in Lp col titolo "Jazz aux Champs-Elysees No.2", lo vede invece accompagnato da Jack Dieval al pianoforte, Benoit Quersin al basso e Jean-Louis Viale alla batteria. Il resto dei brani aggiunti come bonus sono stati anch'essi registrati nel 1954 e appartengono a un'altra sessione in quartetto.
anche disponibiliemissione del 07 Marzo 2011