ARNAUTH MAFALDA :  DIARIO  (ARNAUTH)

Mafalda Arnauth è l'astro nascente del fado portoghese. Con la freschezza caratteristica di una voce giovane e pulita, la Arnauth cattura il pubblico prima con la spontaneità del suo canto, poi con i ricordi evocati dalle canzoni della tradizione portoghese, e infine con le sue composizioni che ne rivelano la profonda sensibilità. Il fado di Mafalda si distingue dal fado tradizionale in quanto abbandona quasi completamente la fatalità, la cattiva sorte e l'ombra. La tristezza le serve come nutrimento per la speranza, le sofferenze come ispirazione, le difficoltà come forza e respiro. Il quinto album di Mafalda Arnauth, Diario, è un disco che, come suggerisce il titolo, è probabilmente il più intimo e personale tra quelli finora realizzati. Diario spazia dal fado tradizionale a quello più moderno rinnovando i contenuti e ponendo grande attenzione ai temi di vita quotidiana. Questo disco cerca insomma di accantonare l'idea che il fado sia destinato a muoversi sempre in un mondo triste e buio e conferma la raggiunta maturità artistica e personale di Mafalda Arnauth.
ARNAUTH MAFALDA
DIARIO
ARNAUTH - CD: MAM 35402
Mafalda Arnauth è l'astro nascente del fado portoghese. Con la freschezza caratteristica di una voce giovane e pulita, la Arnauth cattura il pubblico prima con la spontaneità del suo canto, poi con i ricordi evocati dalle canzoni della tradizione portoghese, e infine con le sue composizioni che ne rivelano la profonda sensibilità. Il fado di Mafalda si distingue dal fado tradizionale in quanto abbandona quasi completamente la fatalità, la cattiva sorte e l'ombra. La tristezza le serve come nutrimento per la speranza, le sofferenze come ispirazione, le difficoltà come forza e respiro. Il quinto album di Mafalda Arnauth, "Diario", è un disco che, come suggerisce il titolo, è probabilmente il più intimo e personale tra quelli finora realizzati. "Diario" spazia dal fado tradizionale a quello più moderno rinnovando i contenuti e ponendo grande attenzione ai temi di vita quotidiana. Questo disco cerca insomma di accantonare l'idea che il fado sia destinato a muoversi sempre in un mondo triste e buio e conferma la raggiunta maturità artistica e personale di Mafalda Arnauth.
anche disponibiliemissione del 17 Maggio 2010